Casa > notizia > Huawei, Samsung aumentano il proprio utilizzo di chipset, la quota di mercato di Qualcomm diminuisce del 16,1%

Huawei, Samsung aumentano il proprio utilizzo di chipset, la quota di mercato di Qualcomm diminuisce del 16,1%

Secondo il rapporto tecnico IHS Markit, i principali produttori di smartphone sul mercato hanno aumentato l'uso del proprio chipset nei propri prodotti e ridotto la dipendenza da fornitori di terze parti.

Secondo il rapporto, Samsung e Huawei, i due principali produttori di smartphone, hanno tecnicamente aumentato il loro utilizzo di soluzioni per processori applicativi nei loro prodotti, riducendo la quota di mercato del fornitore di terze parti Qualcomm. Il rapporto mostra che le spedizioni interne di chipset Samsung e Huawei nel terzo trimestre del 2019 sono aumentate di oltre il 30% rispetto allo stesso periodo del 2018. Di conseguenza, la quota di Qualcomm è diminuita del 16,1%. Allo stesso tempo, la quota di Qualcomm nel mercato dei processori per smartphone è diminuita del 16,1% nello stesso periodo.

Gerrit Schneemann, analista senior per smartphone presso IHS Markit, ha dichiarato: "Samsung e Huawei stanno adottando misure strategiche per riallineare le proprie linee di prodotti per smartphone e fornire catene da soluzioni di processori di terze parti alle proprie alternative. Ciascuna società ha le proprie ragioni per realizzare questa transizione. Ma l'impatto complessivo sul mercato degli smartphone è un grande cambiamento nella partenza dei produttori di telefoni cellulari da processori di terze parti ".

Secondo IHS Markit, questa tendenza è più pronunciata negli smartphone di fascia media Samsung. Samsung ha utilizzato il suo processore Exynos nell'80,4% dei dispositivi smartphone Galaxy A di fascia media consegnati nel terzo trimestre del 2019. Si tratta di un aumento dal 64,2% nello stesso periodo del 2018.

Per l'intera linea di prodotti per smartphone Samsung, gli smartphone Samsung che utilizzano Exynos nel terzo trimestre hanno raggiunto il 75,4%, con un incremento del 61,4% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Al contrario, IHS ha sottolineato che la quota dei produttori di processori di terze parti MediaTek e Qualcomm negli smartphone Samsung è scesa dal 9,0% e 27,5% un anno fa al 2,3% e 22,2%, rispettivamente.

Allo stesso modo, il produttore di smartphone cinese Huawei ha scelto di utilizzare il proprio processore, il chipset Kirin. Il rapporto mostra che il 74,6% degli smartphone Huawei consegnati nel terzo trimestre ha utilizzato la propria serie Kirin, con un incremento rispetto al 68,7% di un anno fa. In precedenza, Huawei utilizzava i chipset Kirin su smartphone di punta, ma ora sta espandendo il suo utilizzo a dispositivi di fascia media.

Per Huawei, è principalmente a causa delle crescenti tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti. Anna Ahrens, analista senior per smartphone e telefoni cellulari presso IHS Markit, ha dichiarato: "Il divieto del governo degli Stati Uniti proibisce a Huawei di approvvigionare la tecnologia da società statunitensi tra cui Qualcomm. Pertanto, Huawei sta cercando di trovare fornitori in diverse regioni o fornire le proprie soluzioni. sostituire i componenti statunitensi dalla sua catena di approvvigionamento ".

Anche le statistiche di IHS Markit dimostrano questo punto. I dati mostrano che la quota di Qualcomm delle spedizioni di Huawei è diminuita dal 24% nel terzo trimestre del 2018 all'8,6% nel terzo trimestre del 2019. D'altra parte, MediaTek ha aumentato la sua quota di telefoni cellulari Huawei, salendo al 16,7% nel terzo trimestre, rispetto al 7,3% nello stesso periodo del 2018.

Secondo IHS Markit, le pratiche di approvvigionamento di processori interni di Samsung e Huawei hanno intensificato la concorrenza tra Qualcomm e MediaTek, che entrambi stanno attualmente lottando per mantenere la propria quota di mercato.

IHS Markit ha sottolineato che i primi sei OEM (Samsung, Huawei, Apple, Xiaomi, OPPO e vivo) hanno rappresentato il 77% del mercato globale degli smartphone nel terzo trimestre. Poiché Apple utilizza esclusivamente i propri processori, Xiaomi, OPPO e vivo sono i principali clienti di Qualcomm e MediaTek.

Il rapporto ha sottolineato che la quota di Qualcomm negli smartphone OPPO è scesa dall'82% nel primo trimestre del 2019 al 42% nel terzo trimestre e, nel terzo trimestre, MediaTek ha rappresentato il 58% delle spedizioni OPPO. IHS Markit ha affermato che questa situazione è dovuta principalmente all'aumento delle spedizioni dei modelli di fascia bassa OPPO, che porta a un tasso di adozione più elevato dei chip MediaTek.

Allo stesso tempo, vivo sta aumentando costantemente la sua adozione di chipset MediaTek. Nel terzo trimestre, il 46% degli smartphone vivo è stato prodotto da MediaTek, rispetto al 27% nello stesso periodo del 2018.

Tuttavia, i dati di IHS Markit mostrano che Qualcomm ha mantenuto la quota più alta del mercato globale dei processori mobili nel terzo trimestre, raggiungendo il 31%, seguito da MediaTek con una quota del 21%. Exynos di Samsung e Kirin di Huawei rappresentavano rispettivamente il 16% e il 14%.