Casa > notizia > T-Mobile, la fusione Sprint ottiene un accordo tra Texas e Nevada

T-Mobile, la fusione Sprint ottiene un accordo tra Texas e Nevada

Dopo che Mississippi e Colorado hanno concordato la fusione di T-Mobile e Sprint, anche gli avvocati statali del Texas e del Nevada hanno dichiarato vagamente di aver raggiunto un accordo con T-Mobile e non si opporranno più alla fusione delle due società.

Il procuratore generale del Texas Ken Paxton ha dichiarato che nell'accordo, T-Mobile ha convenuto che non aumenterà il costo dell'accesso wireless per le persone del Texas entro 5 anni dalla fusione e che le reti 5G saranno stabilite in tutto il Texas, anche in aree remote.

Il Texas si è unito al campo di concentramento anti-T-Mobile, Sprint organizzato da New York e California in agosto. Ha detto che le obiezioni iniziali erano di proteggere i texani dai prezzi elevati e di garantire che i residenti delle aree urbane e rurali abbiano accesso a buoni servizi.

Paxton ha sottolineato che ha l'obbligo di proteggere i consumatori e l'accordo con T-Mobile ha assicurato che il costo dell'uso delle reti wireless da parte delle persone del Texas non aumenterà e che otterranno anche reti 5G di alta qualità e contribuiranno al Texas ' sviluppo economico.

Il procuratore generale del Nevada Aaron D. Ford ha dichiarato che l'accordo con T-Mobile prevede la garanzia che i servizi 5G in Nevada raggiungeranno l'83% delle aree rurali entro 6 anni e che saranno disponibili al 94% della popolazione. Inoltre, il piano di ricarica mobile per 6 anni costa $ 15 per dati da 2 GB e $ 25 per dati da 5 GB e l'utilizzo dei dati verrà rivisto entro quattro anni.

Il regista Sprint Marcelo. Marcelo Claure ha anche twittato che i pubblici ministeri del Nevada hanno rilasciato una dichiarazione lunedì dicendo che sono andati oltre la creazione di un nuovo T-Mobile e porteranno grandi benefici ai consumatori di tutto il mondo.

Tuttavia, anche se il Texas e il Nevada non si oppongono più, le due società stanno ancora affrontando le pressioni di 14 stati, tra cui New York, California e Connecticut.

Il procuratore generale dello Stato di New York Letitia James ritiene che l'accordo proposto da T-Mobile non affronti le preoccupazioni anticoncorrenziali e la fusione di due grandi vettori ridurrà la concorrenza nell'intero mercato mobile, il che è un male per i consumatori, i lavoratori e l'innovazione . Il procuratore generale farà causa.

Secondo il rapporto "CNET", i casi di fusione anti-T-Mobile e Sprint guidati da New York e California entreranno nel processo il 9 dicembre.