Casa > notizia > Media statunitensi: la Cina ha istituito un fondo per semiconduttori per investire 200 miliardi per coltivare l'industria locale dei chip

Media statunitensi: la Cina ha istituito un fondo per semiconduttori per investire 200 miliardi per coltivare l'industria locale dei chip

I media statunitensi hanno affermato che la Cina ha istituito un nuovo fondo nazionale per i semiconduttori del valore di 204,15 miliardi di yuan (circa 28,9 miliardi di dollari USA). La Cina sta cercando di coltivare l'industria locale dei chip e ridurre il divario tecnologico con gli Stati Uniti. Secondo il sito web "Wall Street Journal" degli Stati Uniti riportato il 25 ottobre, secondo le informazioni di registrazione della società, questo fondo sostenuto dal governo è stato istituito il 22, la scala è più grande di un fondo simile lanciato nel 2014, il fondo raccolto circa 139 miliardi di yuan Renminbi.

Il rapporto afferma che questo nuovo fondo è l'ultimo segno che la Cina è determinata a ridurre la sua dipendenza dalla tecnologia americana.

Secondo il rapporto, nel campo dei semiconduttori, la Cina deve ancora affrontare una lunga strada verso il dominio globale.

Il rapporto afferma inoltre che il fondo 2014 ha investito miliardi di dollari in dozzine di progetti. Uno di questi è Changjiang Storage Technology Co., Ltd. La società ha dichiarato a settembre di aver avviato la produzione di massa di un chip di memoria avanzato chiamato flash NAND 3D a 64 strati.

Il rapporto afferma che sebbene la società stia recuperando rapidamente terreno, è ancora in ritardo rispetto alla Samsung Electronics della Corea del Sud e ad altri leader del settore che stanno già producendo chip più avanzati.

In generale, gli analisti ritengono che la Cina sia ancora dietro i principali attori di Intel, Samsung e altre aree chiave della tecnologia dei semiconduttori.

Secondo il rapporto, oltre ai chip, un altro grande collo di bottiglia negli sforzi di autosufficienza della Cina sono le apparecchiature per la produzione di chip e la Cina non domina il campo. Le aziende leader includono Applied Materials e Pan-Link negli Stati Uniti, Asma Holdings nei Paesi Bassi e Tokyo Electronics in Giappone.

Il rapporto ha sottolineato che i dati doganali cinesi mostrano che la Cina ha importato $ 312,1 miliardi di prodotti semiconduttori nel 2018, superando i $ 240,3 miliardi nelle importazioni di petrolio greggio.